Riforma di u bascigliè : a zerga di i prufessori di corsu

Messa in piazza in u 2019, a riforma Blanquer, di u nome di u ministru de l’Educazione, face nasce u rimusciu ind’è i prufessori di corsi di u liceu.
Calata di l’effettivi, suppressione di l’ore, posti in menu… Sò impenseriti i prufessori.

Riforma di u bascigliè : a zerga di i prufessori di corsu
Riforma di u bascigliè : a zerga di i prufessori di corsu
Davant’à u liceu Giocante di Casabianca in Bastia, trè zitelle à pusà nant’à un bancu.

Nant’à u so spartitempu, matematiche, francese, fisiche o ancu spagnolu… Ma micca corsu. Manc’una hà sceltu di praticà lu.

E cum’elle sò più chè numerosi.
I sciffri a dicenu. Nant’à tutta l’accademia, in scola di prima, sò soli 359 à seguità un insignamentu.

Què hè puntellatu da Ghjiseppu Turchini...

Second’à stu prufessore di corsu in Montesoru, a riforma di u liceu mette in periculu l’amparera di u corsu.

« L’effetti di a riforma di u cullegiu cinque anni fà vene à cumulassi cù quella nova riforma di i licei chì hà calatu veramente di manera drastica i cuefficienti di u corsu sceltu cum’è uzzione. Face chì e lingue regiunale sò intraccie d’esse smembrati da sta riforma », dinunzia u prufessore bastiacciu.
 

Una riforma digià palisata


Stu discorsu ùn hè u solu à tene lu. Sò tutti i prufessori di l’Associu di l’Insignanti di Lingua è Cultura Corsa (AILCC) chì si facenu sente.

Incù u STC, l'APC, u SNALC è Parlemu Corsu, anu fattu una cunferenza di stampa, in un caffè piazza San Niculà, per dinunzià a situazione.

S’elli calanu l’effettivi, l’ore di corsi dinù anu da sminuì. E fatta fine, certi posti seranu cacciati…” aghjusta Ghjiseppu Turchini.
 
Cunferenza di stampa di u STC, l'AILCC, l'APC, u SNALC è Parlemu Corsu
Cunferenza di stampa di u STC, l'AILCC, l'APC, u SNALC è Parlemu Corsu


Digià, di ferraghju 2019, era nata a cuntestazione contr’à stu prugettu purtatu Jean-Michel Blanquer, u ministru di l’Educazione.

Parlemu Corsu s’era mossu davant’à u retturatu.

Saveriu Luciani ci era. U cunsiglieru esecutivu incaricatu di a lingua corsa si ralegra di sta nova mubilizazione.

Ma per ellu, u prublema ùn si limiteghja à u liceu… Và aldilà.

"L’affare ùn si passa micca à u liceu. Tuttu u cursus dipoi a scola primaria hè in causa. S’ella ci hè una fumazione di i prufessori in primariu, ùn ci n’hè micca in secondariu… Eppò ùn ci hè micca un quaternu di e cariche di e scole bislingue ind’è u secondariu. In fattu, ghjè l’effettu Domino, ma à l’arringuerciu…"

« Sta riforma ? Un’uppurtunità per a lingua corsa »


A rettrice di Corsica, sti discorsi, e cunosce. Sò parechji mesi chì Julie Benetti scumbatte cù eletti è prufessori impenseriti.

S’ella rigreta a calata di u cuefficiente in uzzione, face valè d’altri argumenti.

« Hè statu creatu un insignamentu in spezialità di u corsu. Ghjera una dumanda à l’unanimità di l’assemblea di Corsica. »

Per st’insignamentu di spezialià, u cuueficiente hè ancu più forte chì quellu di l’uzzione di tandu…

"Pensu chì ghjè una vera uppurtunità per a lingua corsa, incalca Julie Benetti. In prima, i zitelli anu quattru ore a simana in corsu, è in terminale sò sei ore cù sta spezialità."


O Maè, parlami corsu
 
O Maè, parlami corsu  



« Ci vole un statutu per a lingua »


Saveriu Luciani ùn dice micca u cuntrariu.

Ma second’à ellu, sta spezialità serebbe interessante solu s’è a lingua corsa cresce in tuttu u parcorsu sculare.

"Stu parcorsu interessa pocu per avà. Ci vole à fà chì a lingua corsa sippia più putente à tutti i livelli sculari. Ma a dicu francu è chjaru, a sola suluzione ghjè un statutu per a lingua", puntelleghja u cunsiglieru esecutivu.

Trà retturatu è prufessori, l’affare sò in francese è u chjam’è rispondi ancu à compie si.
 
Poursuivre votre lecture sur ces sujets
lingua corsa culture culture régionale